Evoluzione della coppia: dal primo appuntamento alla convivenza


L’appuntamento

Prima – aperitivo, cena fuori, cinema. Ti prepari di tutto punto: trucco, vestito e tacco perfetto. Si mangia poco e si sorride sempre. Ci si guarda negli occhi sognanti e ci si stringe le mani costantemente. Il tutto condito da un po’ di imbarazzo.

Dopo – preferite stare in tuta e/o pigiama a casa, prendere un asporto e guardare un film (doverosamente scaricato) o una delle mille puntate delle miliardi di serie tv che seguite. Capelli arruffati, trucco colante quando c’è e calzettoni nascosti da ciabatte improponibili. Dopo mezz’ora sul divano è lecito dormire. 

Regole del bagno

Prima – Porta doverosamente chiusa a chiave, divieto assoluto di entrare in presenza dell’altro. Territorio ben definito: o io o tu. Attenzione totale ai rumori corporei, tecniche utilizzate:

  • alzare volume della tv in sala/cucina;
  • sciacquone sempre aperto (in opzione per chi ha lo sciacquone a “bottone” si apre l’acqua del lavandino o del bidet);
  • strato di carta igienica ad attutire le cadute;
  • finestra aperta anche con l’inverno siberiano all’esterno;
  • litri di profumo (attenzione, profumo, non deodorante) spruzzati per tutto il bagno.

Dopo – porta che varia da: aperta / socchiusa /spalancata. Il bagno è diventato terra di nessuno, chiunque può entrare in presenza dell’altro, soprattutto la mattina prima di andare al lavoro e se si è in ritardo. Nessuna attenzione ai rumori e/o eventuali effluvi.

La colazione

Prima – La colazione insieme: latte, caffè, the, cappuccino, pancake e sciroppo d’acero, miele, frutta di stagione, yogurt, succo di frutta, cereali. Il tutto anche servito a letto in composizione a forma di cuore con petali di rosa e sottofondo musicale romantico.

Dopo – Colazione?!?!?!?!

La cena

Prima –  antipasto, primo, secondo, contorno, dolce, caffè, ammazzacaffè. Tavola imbandita con tovaglia della festa, bicchiere dell’acqua, calice per il vino, piattino per antipasto, piatto fondo, piatto piano. Posate pulite per ogni portata. Caraffa di cristallo per l’acqua, vino di pregio bianco o rosso a seconda delle pietanza.

Dopo – “Amore cosa mangiamo stasera? Vanno bene i sofficini?” Tovaglia di cotone utilizzata da una settimana con macchie indefinite, tovaglioli di carta, coltello della pizza e forchettone dell’insalata perché tutte le posate sono nella lavastoviglie. Piatto unico (vedi sopra, è tutto in lavastoviglie!). Bottiglia di plastica dell’acqua e coca cola.

Lo shopping

Prima – qualsiasi cosa indossi sarai sempre bellissima per il tuo fidanzato, ti accompagna ovunque, sceglie con te i colori, gli accostamenti di tessuto e ti sorveglia in camerino come se qualcuno da un momento all’altro potesse rapirti.

Dopo – “Ma non puoi andare con le tue amiche?

La buonanotte

Prima – SMS: “Ciao Amore della mia vita, vita mia! Sono stanchissima! Vado a letto a dormire, ti penso sempre. Sei la persona più importante della mia vita. Il primo pensiero appena sveglia e l’ultimo prima di addormentarmi. Ti amo. Notte Amore.”. Risposta: “Amore vorrei tanto essere lì con te per poterti coccolare fino a quando ti addormenti, guardarti mentre dormi e poterti risvegliare con tantissimi baci. Ti amo da morire. Notte piccola mia.”

Dopo –  “Oh io vado a letto. Notte!”. “Ok, io sto un po’ su a guardare la tv”. Dopo qualche millesimo di secondo il suono infernale “Biiiiiiiiiiiiip”: la PS3 è stata accesa.

About Marlene

So geek.
This entry was posted in Bubbole & Corbellerie, Vita di coppia and tagged , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s