Ad aprile andrò a NYC…


…per qualche giorno, è la mia prima volta. Non posso negare l’emozione e l’ansia per questo viaggio, le aspettative sono molto alte e ho paura che in qualche modo vengano deluse. Ho in mente milioni (miliardi) di cose da fare e sono preoccupata di non riuscire a farle tutte.

Ho solo una conoscenza “cinematografica” e “telefilmica” della città per cui per me:

  • New York è a forma di mela;
  • Central Park può essere nello stesso momento luogo di incontri amorosi ma anche di inseguimenti;
  • strani esserini blu girano per la città;
  • il Museo di Storia Naturale di notte si anima;
  • se vado in zona Meatpacking potrei incontrare Samantha Jones;
  • circola una strana droga che ti “apre” il cervello;
  • puoi giocare a basket in qualsiasi parchetto;
  • mangi hot dog da 1$ per strada e devi avere in mano un beverone da almeno un litro altrimenti non sei nessuno;
  • i negozi di giocattoli hanno pianole giganti su cui poter saltare ma non bisogna esprimere desideri davanti ad una macchinetta che riproduce il mago Zoltar;
  • ci sono scimmie giganti che si arrampicano sui grattacieli ma anche strani dinosauri che circolano distruggendo la città;
  • bisogna stare attenti agli alieni travestiti da umani perché sono ovunque;
  • se si presenta un uomo vestito total black in giacca e cravatta o è un becchino o se ha in mano un vibratore luminoso può farti dimenticare “quello che sei, dove vai, ciò che vuoi” (“lo sai soltanto tu” cit. musicale);
  • se si trovano macchie verdi appiccicose potrebbe essere passato Slimer;
  • non fissate nessuno in metropolitana, magari potrebbe non esistere veramente e, se non esiste veramente, è perché siete morti;
  • i tombini emettono del gas;
  • in alcuni ristoranti, solo ordinando un pastrami, si possono avere orgasmi da far girare l’intero locale;
  • un maniaco con tuta rosso/blu potrebbe spararvi delle ragnatele addosso;
  • bisogna evitare di prendere taxi in cui il tassista parla da solo allo specchio con una pistola;
  • bisogna, se possibile, farsi tagliare i capelli da Scrappy Coco, dicono che è molto bravo;
  • esiste un centro giovanile per ragazzi che non sanno leggere bene ma che sicuramente sanno fare la Magnum e la Blue Steel;
  • mai comprare arance da un fruttivendolo se non vuoi essere bersaglio di una sparatoria;
  • Tiffany non è un bar come potrebbe sembrare;
  • non impossessarsi di giubbini di pelle abbandonati da bionde rockstar per non finire nei casini;
  • sulla 34esima strada accadono miracoli.

About Marlene

So geek.
This entry was posted in Bubbole & Corbellerie, Cinematografo, Viaggi and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s