SFX: che figata!


Di certo non mi annoio mai o forse, proprio perché mi annoio abbastanza in fretta, cerco sempre nuovi stimoli. La mia ultima nuova passione (dopo il montaggio) sono gli effetti sonori. Mi sono trovata ad analizzarli e a “sentirli” non solo con le orecchie ma anche con la mente: così quando qualche suono/rumore non quadra con l’immagine sullo schermo divento pazza. Bella vita, eh?
Quando guardo un film tendo ad ascoltare e perdermi ne:

  • il fruscio delle pagine di un libro
  • la zip di un giubbino
  • i passi che variano a seconda del pavimento, della velocità, del peso, etc
  • il vento che cambia direzione
  • la pioggia che cade su una finestra
  • il metallo che cade per terra
  • una palla che rimbalza
  • l’eco di una voce in una stanza vuota
  • la puntina di un giradischi che si appoggia sul solco di un LP e il suo suono inconfondibile
  • il rumore delle dita su una tastiera (riconoscendo anche la differenza fra le comuni lettere. il tasto invio e lo space)
  • il fiume che scorre
  • l’accartocciarsi di un foglio
  • il “click” del vecchio telefono quando si appoggia la cornetta sulla base e il rumore della rotella alla composizione del numero
  • le lame delle forbici
  • una bottiglia stappata e il vino che sgorga in un bicchiere
  • la copertura di cioccolato di una torta che si spezza (mmmmh simile ma non convincente)

etc, etc etc… Sarò pazza?

About Marlene

So geek.
This entry was posted in Bubbole & Corbellerie, Cinematografo and tagged , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s